Ultimi post

BORGOGNA 2019. IMPORTAZIONE PRE-PRIMAVERILE

Inauguriamo l'anno domini 2019 in Borgogna con una prima importazione dai toni volutamente soft, pre-primaverili
Approfondisci

BORGOGNA 2018. IL RACCONTO DINAMICO DELL'ANNATA

Cote d’Or 2018. Lo staff redazionale ripropone, come da nostra (ormai) consolidata abitudine, una rubrica che resterà in vigore per tutto l’anno...
Approfondisci

Domaine Chateau de la Maltroye. I vini dello Chateu de la Maltroye. Il domaine fu fondato da Andrè Cournut nel 1940, mediante l’acquisto dello Chateau della Maltroye, che capeggia il centro di Chassagne: si tratta di un edificio storico, con un tetto ricoperto di fini piastrelle smaltate, che risale al XVIII secolo, mentre le cantina, a volta, risalgono addirittura al XV secolo. La proprietà comprende tredici ettari su Chassagne e due su Santeney; la produzione si assesta sulle sessantamila bottiglie annue, di cui il 60% è costituito da chardonnay e il restante 40% da pinot noir con il 70% delle vigne adibite a 1er cru, tra i più prestigiosi della AOC; dal 1995, è diretto abilmente dal figlio Jean Pierre, che ha apportato grandi e significativi cambiamenti, contribuendo a rendere il domaine uno dei più apprezzati di Chassagne. Lo stile in vigna prevede l’utilizzo di mezzi meccanici ma anche del cavallo, e lo stile di vinificazione è assolutamente all’insegna del lutte raisonnèe (uso ragionato della chimica, utilizzata solo in casi di estrema necessità); le rese per ettaro sono molto basse per premiare la qualità delle uve; il domaine utilizza due presse pneumatiche per la pigiatura, la fermentazione avviene dapprima in acciaio, per poi essere trasferita in botte; la pulizia in cantina è maniacale e la fermentazione avviene a temperatura rigorosamente controllata; la percentuale di legno nuovo varia dal dieci al cento per cento; l’imbottigliamento dei vini bianchi avviene dopo dodici mesi di invecchiamento in barrique e leggere filtrazione; per i vini rossi, le uve vengono interamente diraspate, viene effettuata una breve macerazione a freddo dei grappoli interi, per estrarre miglior materia successivamente, fermentazione a temperatura controllata, invecchiamento in piccole botti di rovere sulle fecce fini per 14-18 mesi e leggere filtrazione pre-imbottigliamento al domaine.

Filtra la ricerca dei vini del domaine per:

Denominazioni
Millesimi
Vitigno