Ultimi post

BORGOGNA 2019: LE NOVITA' AUTUNNALI ON LINE

BORGOGNA 2019: LE NOVITA' AUTUNNALI ON LINE
Approfondisci

BORGOGNA 2019. I NUOVI ARRIVI ESTIVI. CHARDONNAY PRIDE

Le novità del millesimo 2017 in Cote d'Or
Approfondisci

BORGOGNA 2017: ANALISI E LINEE GUIDA DEL MILLESIMO

BORGOGNA 2017: ANALISI E LINEE GUIDA DEL MILLESIMO
Approfondisci

BORGOGNA 2019: NARRAZIONE DINAMICA DELL'ANNATA

Il millesimo 2019 in Borgogna. La narrazione della dinamica dell'annata viticola.
Approfondisci

Il Domaine David Duband è situato a Chevannes, nel cuore delle Hautes-Côtes de Nuits, e, come ben noto agli appassionati, produce vini di grande pregio, velleità espressiva ed eleganza, provenienti da 23 prestigiose denominazioni, dispiegate da Nuits-Saint-Georges a Gevrey-Chambertin. La storia del domaine comincia dal padre Pierre Duband, che, nel 1965, comincia a condurre una quindicina di ettari e vende le uve alla cantina cooperativa di Beaune; il domaine David Duband nasce ufficialmente nel 1991, con la conduzione di 1.5 ettari, vinificazione ed imbottigliamento dei propri vini; nel 1993 la proprietà dei vigneti si amplia e nel 1998 David acquista la sua parcella negli Echezeaux; nel 2002 David seleziona alcuni viticoltori di Chambolle, Vosne Romanee e Morey St Denis da cui acquista delle quantità d'uva; nel 2006 amplia di altri 7 ettari il suo parco vitato, arricchendolo di parcelle nei climats di altri grand crus; nel 2007 ridisegna ed amplia cave e cuverie; nel 2009 acquisisce parcelle nello "Chambertin" e nei "Latricieres" ed, infine, nel 2012, amplia il proprio magazzino e crea sale di accoglienza ospiti e belle aree di degustazione all'interno della sua proprietà. Gli ettari vitati in proprietà sono 17 ed il metodo di allevamento è indirizzato da un fermo credo biologico, riconosciuto dalla certificazione Ecocert, conseguita nel 2006; una componente minoriataria delle uve è acquistata anche da piccoli viticoltori, allineati ai dettami bio dell'azienda. La filosofia aziendale è improntata a ricercare sempre il migliore equilibro tra il valore della terra e dei suoi frutti, della natura e dei millesimi che si avvicendano, allo scopo di restituire sempre un terroir fedelmente identitario. L'approccio di David è molto concreto, senza fronzoli intellettuali: l'obiettivo dichiarato è produrre sempre vini di altissima qualità, in grado di rappresentare al meglio le sfumature dei diversi climats, in un contesto di estrema elegenza e raffinatezza. L'approccio agronomico in vigna prevede un contesto di opera secondo i dettami del bio, quindi con il minimo interventismo mediante rame e zolfo, la raccolta delle uve è sempre manuale, i tavoli di cernita sono più di uno e particolarmente severi, l'uva è rigorosamente pigiata aux pieds; per quanto riguarda l'approccio vinificatorio, dal 2008 David predilige condurre la fermentazione alcolica con buona percentuale di grappolo intero, che oscilla tra il 60 e l'80 per cento, caratteristica che conferisce ai vini una struttura di partenza ed estrema finezza aromatica; le piccole botti di affinamento sono sempre di primo, secondo o terzo passaggio e non pratica collage o filtrazioni, per preservare tutta la materia disponibile.

Filtra la ricerca dei vini del domaine per:

Denominazioni
Millesimi
Vitigno