Chambolle Musigny 1er cru La Combe d'Orveaux 2016

  • Bruno Clavelier
  • 2016
  • Premier cru
  • Vinificazione : Vendages entières Vendages entières
  • Vitigno : Pinot noir Pinot noir
129,00 €

Iva inclusa

TERMINATA: il millesimo 2017 sarà disponibile da dicembre 2019

89bbd7e2f3cbcc404fc084e71e0deeb7.png 971bbf500109f560aaed9971dc5cb7db.png

vino prodotto da 0.81 ha di parcella e frutto di un parco vitato per oltre la metà composto da vigne ottuagenarie (per un quarto si tratta di reimpianti di vigne ventennali, mentre alcuni filari, più recenti, risalgono al 2010), che si trovano proprio sopra il "Les Petits Musigny" (alla cui tessitura granulometrica si approssima non poco). La parcella è esposta ad est, in posizione parzialmente protetta dai gelidi venti che scendono dalla montagna, e si incanalano nella omonima combe; la parcella, che si trova ubicata a ridosso dei celeberrimi Echezeaux (en Orveaux) ed i Petits Musigny, presenta complessità di grande fascino già dalle peculiarità del dna del suolo, ricco di calcare oolitico e quarzo; il climat era classificato Tete de Cuvee in epoca prefillosserica; a causa di complesse vicende amministrative ha perso, nel tempo, il suo prezioso status formale, ma non quello sostanziale, assimilabile ancora ad un grand cru. Vino dai connotati vigorosi e fieri, di grande finezza espressiva e profonda mineralità, dalla trama estrattiva delicata e carezzevole, il cui naso richiama spiccatamente note di melograno, spezie ed ribes rossi. La versione ’16 addolcisce da par suo la vena si aggraziata, ma decisa di questo climat, ammantandone il profilo olfattivo con effluvi di lamponi freschissimi, amarene, note speziate scure e liquirizia; quanta elegante sapidità gessosa nel sorso, poi, sempre tratteggiato abilmente da uno stuolo tannico elaborato per il piacere tattile e sensoriale, grazie al suo ricamo puntiforme; chiude lungo, sciorinando noblesse. Apogeo di consumazione [2024-2030]

Altri vini del domaineBruno Clavelier