Nuits St Georges 1er cru Les Pruliers 2017

  • Henri Gouges
  • 2017
  • Premier cru
  • Vinificazione : Egrappé/uve diraspate Egrappé/uve diraspate
  • Vitigno : Pinot noir Pinot noir
  • 2020-02-21
85,00 €

Iva inclusa

1.8 gli ettari in proprietà dei Gouges di questo magnifico climat (in totale, misura un'ampiezza di 7.11 ha), che vanta una posizione ed un soleggiamento ideale nel cuore dei vigneti della denominazione. In quest'area prevalgono le argille rosse (non nelle quantità espresse dal climat Les St Georges) ed, in superficie, un manto pietroso; la parcella si trova ad un'altitudine di circa 270 mt, con pendenze che arrivano anche al 12 per cento. Le viti hanno raggiunto quasi la cinquantina d’anni di età media ed il missaggio tra viti più giovani (20 anni di età) e più vecchie (oltre i 70 anni) donano vini di ottimo corpo, grande profilo aromatico, densità e lunghezza in pai. Versione 2017 meravigliosamente rubina, luminosa; che naso! Complesso, ricco, addirittura vibrante, capace di accattivare come pochi su questa denominazione; senza contare che i Gouges sono dei veri esempi didattici per la qualità produttiva che riescono a confezionare e garantire, annata dopo annata, anche su questo climat apicale di Nuits St Georges. Inciso doveroso a parte, riprendendo il filo dal profilo olfattivo, ciò che emerge da questa splendida materia è un corroborante stuolo di sterminate ciliegie rosse, lamponi e prugne selvatiche, spolverate di spezie scure, nuances di delicati fori rossi in appassimento ed una netta, sorprendente, nota di terra boschiva autunnale, umida. Consueto corpo di media statura in bocca, che incede con un nucleo identitario gustativo molto riconoscibile per chi conosce a fondo i Pruliers, aiutato dalla generosità fruttata, notoria, della 2017, che spinge il sorso a vette già di ottima piacevolezza complessiva e sorregge mineralità di natura pietrosa, una franca sensazione saporosa di cioccolato scuro, ed ancora sottili polveri speziate. Vino, come di consueto, che fa dell'eleganza e generosità due dei suoi tratti maggiormente distintivi, e che scavalla, in questo millesimo, lo sconto di una sua struttura non indifferente in gioventù, palesandosi già in una fase di soddisfacente beva. Ma, come tutti i 1er, e considerando la aoc, meglio attenderlo adeguatamente. Apogeo di consumazione [2022-2027]

Altri vini del domaineHenri Gouges