Romanee St Vivant grand cru 2018

  • New
  • De L'Arlot
  • 2018
  • Grand cru
  • Vinificazione : Egrappé/uve diraspate Egrappé/uve diraspate
  • Vitigno : Pinot noir Pinot noir
  • 2020-10-19
470,00 €

Iva inclusa

89bbd7e2f3cbcc404fc084e71e0deeb7.png 971bbf500109f560aaed9971dc5cb7db.png

9.4 ettari di parcella (di cui 0.25 in proprietà del domaine) tra quelle ammantate dalla maggior componente di mito, all'interno del sacrale perimetro della denominazione di Vosne-Romanee. E' il più ampio dei grand crus di questa aoc ed anche quello che si eleva meno, trovandosi a circa 250 metri d'altitudine, magnificamente esposto ad est, ed attualmente suddiviso tra dieci proprietari. L'etimologia è medievale e risale alla proprietà del vigneto ad opera del priore di St-Vivant de Vergy. Il terroir vanta suoli in cui la componente ferrosa delle marne a prevalenza argillosa è ben presente, cosparse di qualche elemento pietroso; sotto il manto argilloso pulsa una maestosa piattaforma calcarea di origine giurassica, ora rosa, ora bianco, a seconda della zona. L'animus del climat è il celebre equilibrio delle sue componenti rispetto ai monumenti che gli sono adiacenti, i quali, di regola, spiccano tutti per caratteristiche altisonanti; bilanciamento significa che può apparire, soprattutto in gioventù, meno fiammeggiante dei suoi dirimpettai, ma questa sua caratteristica è la sua forza, perché lo rende capace di elargire piacere a 360 gradi. Sapidità lussureggiante ed eleganza estrema del bouquet, che abbonda della componente floreale, frutto lascivo ma nella giusta misura; insomma, un vino che si rende intellettuale e femmineo, con i favori del tempo. La vinificazione è tradizionale: dopo una vendemmia manuale, segue la svinatura, rimontaggi e follature ragionati, mentre l'elevage si protrae per 18 mesi in botti di rovere nuove dal 30 ad un 50 per cento. Versione '18 che parte da 94 punti ed è stata affinata in legno piccolo nuovo per il 20 per cento. Naso molto fitto, che necessita di ossigenazione per irradiare tutta la sua potenza, e dispensare aromi di cassis, ciliegie scure, spezie esotiche, fragoline, melograno e petali di rosa; in bocca sfodera tannini succulenti ed una bella struttura, disegnando un contesto gustativo estremamente puro, seppur non lesini in una concentrazione molto intrigante per la ricchezza di dettagli, tutti sfogliabili in un divenire che immaginiamo doveroso per un prodotto di questo calibro qualitativo. Apogeo di consumazione [2026-2036]

Altri vini del domaineDe L'Arlot

Cote de Nuits Village Clos du Chapeau 2017

37,00 €

Iva inclusa

Cote de Nuits Village Clos du Chapeau 2018 New

39,00 €

Iva inclusa

Romanee St Vivant grand cru 2017

470,00 €

Iva inclusa

Vosne Romanee 1er cru Les Suchots 2017

139,00 €

Iva inclusa

Vosne Romanee 1er cru Les Suchots 2018 New

139,00 €

Iva inclusa