Ultimi post

BORGOGNA 2019. IMPORTAZIONE PRE-PRIMAVERILE

Inauguriamo l'anno domini 2019 in Borgogna con una prima importazione dai toni volutamente soft, pre-primaverili
Approfondisci

BORGOGNA 2018. IL RACCONTO DINAMICO DELL'ANNATA

Cote d’Or 2018. Lo staff redazionale ripropone, come da nostra (ormai) consolidata abitudine, una rubrica che resterà in vigore per tutto l’anno...
Approfondisci

BORGOGNA 2018. NOVITA' D'AUTUNNO TOUTES EN ROUGE

In Cote d'Or assistiamo, in questi giorni, ad un lento ed inesorabile declino di una “été indien” (fenomeno che i francesi legano ad un soleggiamento piuttosto caldo e persisente, post estivo, che caratterizza il cominciamento del periodo autunnale, normalmente destinato a temperature meno miti) che sta protraendo una doucer climatica gradevolissima, in grado di irrorare i vigneti di una luminosità travolgente, esaltandone virtù cromatiche sbalorditive, incendiate dai mille colori ottobrini. E a queste latitudini lo spettacolo è davvero imponente. Ci piace, quindi, l'idea di riaffacciarci alla vostra attenzione, corroborati da tanta bellezza, di scena, in questo periodo, in Borgogna.

Terzo e penultimo appuntamento annuale, da sempre destinato al richiamo di liquidi più consoni con il periodo autunnale; quindi, spazio ad una carrellata di pinot noir, che abbiamo selezionato con estrema cura.

 

Ndr: allo scopo di consentire l’accesso immediato ai relativi contenuti, tutti i domaine elencati nero sono cliccabili; infine, nella cintura di scorrimento, presente in homepage, sfilano tutte le nostre novità.

 

 

LE NOVITA'

 

Per quest'autunno abbiamo deciso di presentarvi solide certezze qualitative, tra le quali capeggiano, senza graduatorie di merito, la classe autorevole degli “Chambolle Musigny 1er cru Les Amoureuses 2016” sia di Amiot Servelle, che di Francois Bertheau; la versione '16 di queste opere enoiche, degustata nuovamente di recente, si conferma griffata da una classe acuminata e sottile, che evidenzia quanto siano stupefacentemente raffinati i pinot noir reduci dalle difficoltà meteo di questo millesimo; sempre nell'empireo dei calibri da 90, evidenziamo il “Clos de Vougeot grand cru 2016” e l' “Echezeaux grand cru 2016” di Jean Grivot: due scintillanti rubini in nuce, dalle dinamiche prospettiche letteralmente entusiasmanti; la medesima stoffa è, infine, attribuibile alla nutritissima carrellata di prodotti del domaine Rossignol Trapet: Chambertin, Chapelle, Latricieres, in formato 2016 ma anche recuperati nella sontuosa annata 2009. Ma c'è dell'altro...che vi invitiamo a scoprire esplorando l'intera palette di new kids on the block, adagiati sui nostri scaffali.

 

 

 

Per accedere a tutto il panorama delle nostre prime novità autunnali, di seguito, l'elenco in grassetto (cliccabile) dei domaine coinvolti nell'importazione: Domaine Francois Bertheau, Domaine Albert Morot, Domaine Amiot Servelle, Domaine Jean Grivot e Domaine Rossignol Trapet;

 

 

 

...ci riaggiorneremo nei pressi dell'ultima importazione annuale, quella destinata al Natale con novità, sta volta, anche...di natura strutturale.

 

 

 

 

Lo staff di BMA -

 

 

 

 

 

>Seguiteci anche su Instagram