Ultimi post

BORGOGNA 2019. IMPORTAZIONE PRE-PRIMAVERILE

Inauguriamo l'anno domini 2019 in Borgogna con una prima importazione dai toni volutamente soft, pre-primaverili
Approfondisci

BORGOGNA 2018. IL RACCONTO DINAMICO DELL'ANNATA

Cote d’Or 2018. Lo staff redazionale ripropone, come da nostra (ormai) consolidata abitudine, una rubrica che resterà in vigore per tutto l’anno...
Approfondisci

Domaine Vincent et Sophie MoreyIl domaine è nato nel 2006. A seguito del pensionamento del padre, Bernard Morey, figura emblematica e di spicco nel panorama di Chassagne-Montrachet, Vincent prende le redini del domaine con più di vent’anni di esperienza alle spalle. Sophie, la moglie, è reduce dall’importante esperienza del domaine familiare Ménager-Belland, sito a Santenay. L’unione dei due patrimoni vitati, dodici ettari a Santenay di Sophie e gli otto abbondanti ereditati dal padre di Vincet, il domaine vanta attualmente 20 ettari vitati, gestiti secondo la sapiente filosofia della lutte raisonnée; maniacali nel lavoro in vigna, in cui trattano i propri vigneti alla stregua di un giardino e Vincent porta in dote una grande attenzione per la sanità delle uve, perseguita con attenzioni massicce all’evoluzione delle uve, ed è, soprattutto, scrupolosa ed attenta l’interpretazione delle peculiarità del millesimo; il momento della vendemmia è cruciale per i Morey: nessuna fretta nel raccolto se è stato scrupolosa ogni micro attività in vigna nel corso dell’inverno e della primavera; per quanto riguarda il lavoro in vigna, le viti pré taillées in novembre; il lavoro definitivo di taglio ha luogo tra febbraio e marzo e la forma di allevamento prescelta è guyot per lo chardonnay e Cordon de Royat per i vini rossi; i tralci sono bruciati secondo la tradizione borgognona; delicatissima la fase di spollonatura, palissage e relevage; si fanno due passaggi di ébourgeonnage, per cui la vendemmia verde è ben poco considerata. Molta importanza è dedicata alla fase di effeuillage del pinot noir, che viene cominciata alla fine di giugno e ciò contribuisce ad accelerare tempistiche utili in sede di raccolta delle uve; la vendemmia è fatta rigorosamente a mano, riportando i grappoli in cassette di plastica in cave; la vinificazione dei vini rossi prevede un table de tri a vibrazione rigoroso ed attento, prefermentazione a freddo, 15-20 giorni di fermentazione sulle bucce, pressurage puis débourbage di 48 ore, sosta in legni nuovi al 50 per cento ed elevage di 12 mesi ed imbottigliamento i primi giorni di novembre; la vinificazione in bianco prevede foulage e pressurage soffice, débourbage di 24 ore, fermentazione in barrique e controllo degli zuccheri residui sino a metà aprile, soutirage e sosta in legno fino a metà luglio e imbottigliamento per metà agosto. 

Filtra la ricerca dei vini del domaine per:

Denominazioni
Millesimi
Vitigno