Musigny grand cru 2019

  • Drouhin Laroze
  • 2019
  • Grand cru
  • Vinificazione : Vendages entières Vendages entières
  • Vitigno : Pinot noir Pinot noir

il mito intramontabile di questo trascendentale climat, che si estende per 10.85 ha complessivi, ad un'altitudine di circa 300 metri, è tutto nella considerazione apicale che appassionati, storici e vigneron riservano a questo fatato lembo di terra, diviso tra undici fieri proprietari. L'etimologia del nome della parcella risale a lontanissimi riferimenti classici, che si perdono nel tempo, e risalenti, con tutta propabilità, ad un luogo di culto dedicato ad Ercole, che si trovava a due passi dall'Urbe. Questa celebre parcella, che pare mai sia stata oggetto di opera perimetrazione, è suddivisa in tre aree: il "Les Musigny" a nord, e due lieux-dits in monopolio, cioè il "Les Petits Musigny" al centro, ed una piccola area benedetta posta a sud, la "Combe d'Orveaux". Ogni area del climat possiede caratteri propri distintivi: cosi, a nord si trova il celebre calcare bianco oolitico del periodo bathoniano, mentre nel resto del climat è rinvenibile il celebre compattissimo calcare di Comblanchien, nonché una quota argillosa. La timbrica onirica di questo vino è sempre giocata su toni di estrema levità ed intrisa di suggestioni di frutta fresca e croccante; gli sono estranei, pertanto, note di confettura o spezie scure, nonché sentori terrosi. il parco vitato dei Laroze si trova all’interno di una parcella acquisita nel 1996, di soli 0.12 ha, il cui parco vitato vanta oltre sessanta anni di età media. Versione '19 vinificata in rovere nuovo, si presenta di bella concentrazione rubino violacea; naso avvincente, che libra un bouquet di intensi aromi di mora e lamponi, nonché un intenso cote floreale a petalo rosso; davvero inebriante questo olfatto, quando si libera del naturale groviglio di spunti che lo avviluppano in una solida comunità d'intenti, che scolpisce il profilo identitario del climat. In bocca è simmetrico e sinfonico nel suo incedere tannico, lastricato di minuscoli pigmenti, dolci e coordinati all'unisono per donare piacere sensoriale; la sapidità che qui si fa autentica mineralità, avvolta in una cospicua scorta di frutto e brio dinamico da vendere, che travolge come una mareggiata che si infrange sugli scogli dei nostri sensi, e ci conduce per mano ad un finale lunghissimo e saporoso. Eccezionale quanto rarissimo. Annata cinque stelle. Apogeo di consumazione [2025-2035].

Altri vini del domaineDrouhin Laroze

Bonnes Mares grand cru 2020 New

270,00 €

Iva inclusa

Clos de Beze grand cru 2020 New

290,00 €

Iva inclusa

Gevrey chambertin 1er cru Lavaux st Jacques 2020 New

129,00 €

Iva inclusa

Gevrey Chambertin dix climats 2020 New

69,00 €

Iva inclusa

Musigny grand cru 2020 New

600,00 €

Iva inclusa